colpolOggi pomeriggio, studenti e studentesse contro il nuovo isee, si sono raccolti in presidio presso l’assessorato all’istruzione dove era prevista la conferenza regionale per il diritto allo studio. Oltre all’assessore regionale all’istruzione Monica Barni, erano presenti gli atenei toscani e il presidente del D.S.U Moretti.
Il tavolo convocato dalle Istituzioni, con il falso intento di alleggerire gli effetti della riforma del nuovo ISEE, che nella sola città di Firenze ha significato la perdita di borsa e alloggio per 371 borsisti, si è dimostrato ancora una volta inutile. Infatti, l’unico piccolo vantaggio per gli studenti è stato l’innalzamento della soglia ispep a 45.000 euro,. Quindi nessuna risposta concreta è stata data a quegli studenti che in questi mesi hanno visto il vero volto del diritto allo studio in Toscana, vedendo sfumare la possibilità di continuare a studiare.
Nemmeno quello che era stato promesso nelle scorse trattative e che comunque non avrebbe risolto il problema degli studenti, ossia un finanziamento extra di 5 milioni euro per il diritto allo studio, è stato concesso. Questo a dimostrazione dell’unica volontà delle Istituzioni di sedare la mobilitazione studentesca, facendo promesse che non avrebbero potuto mantenere.
Quella di oggi è, da un lato, l’ennesima prova di come gli interlocutori politici individuati in questa mobilitazione (dsu,regione,università) non abbiano la benché minima volontà politica di risolvere il problema e, dall’altro di quanto sia ancora necessario lottare in prima persona per riappropriasi di ciò che ci spetta.
In questa prospettiva, circa 15 giorni fa, abbiamo occupato uno stabile vuoto sul quale pesava un’enorme speculazione, e ne abbiamo fatto uno studentato per chiunque ne avesse bisogno. Ed è su questa stessa linea che continueremo la nostra mobilitazione per il diritto allo studio, cercando di connetterci con tutti gli altri soggetti, dentro e fuori l’Università. Perché diventa sempre più necessario opporsi alle ingiustizie e organizzarsi per rispondere alla violenza di questa società.

DIRITTO ALLO STUDIO PER TUTTI E TUTTE!

Studenti Contro Il Nuovo ISEE-⁠Firenze