Questa settimana abbiamo in programma due iniziative, alla quale se ne aggiungerà una terza sulla libia il 28 Maggio.

▶ “UCRAINA: GOLPE GUERRA E RESISTENZA“: Mercoledì 20 Maggio alle 16:00, Polo delle scienze sociali di Novoli, ed D5 aula 0.01 – Iniziativa con militanti di “Noi Saremo Tutto” di ritorno dal Donbass e militanti del CPA Firenze sud. La volontà è quella di creare un momento di dibattito sul tema dello scontro in corso in Ucraina ed in generale sull’attuale scenario di guerra che è sempre più vicino alle porte della “nostra” Europa. Durante l’iniziativa verrà anche presentato il Dossier sull’argomento a cura della Rete Nazionale Noi Saremo Tutto.

(Evento facebook: https://www.facebook.com/events/1629521577271672/)

GRECIA: NOI LA CRISI NON LA PAGHIAMO?: Giovedì 21 Maggio alle 17:00, Polo delle scienze sociali di Novoli, ed D5 aula 0.11 – iniziativa  su debito pubblico, austerità, le novità apportate da Tsipras e dal suo partito (Syriza) e le possibili vie d’uscita dalla crisi con il professor Giulio Palermo, docente e ricercatore di Economia politica presso le università di Brescia e Nizza.

(Evento facebook: https://www.facebook.com/events/1591120627771438/)

Nell’attesa dell’iniziativa di giovedì, vi proponiamo alcuni articoli del professor Giulio Palermo per rendere più partecipato ed interessante il dibattito:

-> “Riformismo e anticapitalismo nel movimento no-debito – fuck audit
-> “Sul movimento no-debito. Per una svolta anticapitalista
-> “Tsipras, l’euro e l’anticapitalismo
-> “Anticapitalismo e antifascismo in Europa: due critiche alla strategia di Syriza

C’ERA UNA VOLTA LA LIBIA: Giovedì 28 Maggio alle 16:00, Polo delle scienze sociali di Novoli, ed D5 aula 0.11Verso la metà del Febbraio 2011 arrivano sui nostri teleschermi le prime immagini delle mobilitazioni in corso in Libia contro Gheddafi. Di lì a pochi giorni ha inizio una pressante campagna mediatica contro il sanguinario dittatore libico che sfocia inizialmente nei raid francesi e, dal 31 Marzo, nell’intervento Nato cui ha partecipato anche l’Italia.
Da quei giorni la Libia è nel caos.
Nonostante alcuni periodi di relativa calma, ad oggi nessun governo è riuscito a ristabilire l’ordine ed a stabilire la sua autorità sul Paese.. anzi! Più passa il tempo più lo scenario sembra complicarsi (ad esempio con l’entrata in scena nell’autunno 2014 di militanti affiliati allo Stato Islamico – ISIS e i raid condotti da Egitto ed Emirati arabi).
Ma come ha avuto inizio realmente la guerra in Libia? E quali interessi si celano dietro la cacciata di Gheddafi e la guerra civile che ne è scaturita?
Ne parliamo giovedì 28 Maggio con Gabriele Proglio, visiting scholar presso l’Università della California, a Berkeley, e ricercatore presso l’Istituto Universitario Europeo di Fiesole e con i militanti del Centro Popolare Autogestito Fi-Sud.

(Evento Facebook: https://www.facebook.com/events/1443995139234426/)

maggio2015 copy