IL 7 OTTOBRE LE SENTENZE DEL PROCESSO CONTRO IL MOVIMENTO FIORENTINO

Nella mattinata del 7 ottobre nell’aula bunker del Tribunale di Firenze é fissata l’ultima udienza del primo grado del processo contro il movimento fiorentino. I giudici procederanno quindi alla lettura della sentenza partendo dalle richieste dell’accusa: 71 anni e 9 mesi di carcere!

Il processo è frutto di un’inchiesta aperta dalla procura fiorentina nel 2009 che formulò l’ipotesi del reato di associazione a delinquere applicata alle lotte politiche e sociali.
L’utilizzo del reato associativo ha permesso l’autorizzazione di intercettazioni ambientali e telefoniche, ha sancito il prolungamento delle indagini fino a quasi due anni determinando l’allargamento dell’inchiesta dal contesto studentesco da cui era partita, nello specifico dallo Spazio liberato 400 colpi, a tutte le altre mobilitazioni che stavano investendo il territorio come quella contro la costruzione di un CIE in Toscana, quella antifascista fino alle lotte dei lavoratori.L’utilizzo del reato associativo è servito poi per alimentare la campagna mediatica di criminalizzazione del movimento e soprattutto ha legittimato le successive misure cautelari.
Il 4 maggio 2011 scattò la prima operazione di polizia che portò a diverse perquisizioni e ai primi arresti.
Nelle settimane successive l’inchiesta si allargò alle manifestazioni che furono organizzate per rispondere all’attacco repressivo. Il 13 giugno si arrivò così alla seconda operazione di polizia che portò ad un totale di 86 compagni imputati nel processo di cui 35 sottoposti a misura cautelare tra arresti – uno in carcere gli altri ai domiciliari – e obblighi di firma.

Dopo la grande manifestazione di solidarietà del 9 aprile scorso pensiamo sia fondamentale tornare in piazza in sostegno dei compagni coinvolti in questo processo.
Crediamo sia importante farlo per rimettere sul piatto la questione repressiva e la nostra capacità di risposta sia in occasione dei singoli processi che su un piano piú generale.
Sono già tanti gli appuntamenti e le scadenze in programma per i prossimi mesi di lotta cosí come sono molti i processi che si chiuderanno e si apriranno contro i militanti fiorentini: il 24 ottobre é fissata l’udienza d’appello per i fatti di via della scala che vede coinvolti 11 antifascisti condannati a 8 mesi in primo grado, il 30 novembre si aprirà invece il processo per la manifestazione antifascista del dicembre 2014 alle Piagge mentre a dicembre altri antifascisti saranno sotto processo accusati di travisamento per il corteo antifascista che fu organizzato in risposta al pestaggio messo in atto da Casapound ai danni di due studenti.

Lanciamo quindi l’appuntamento per venerdí 7 ottobre alle ore 18.00 sotto la Prefettura in via Cavour per una manifestazione di solidarietà con gli 86!

SOLIDARIETA’ a CHI LOTTA! SOLIDARIETA’ agli 86!
LA LOTTA É L’UNICA VIA… SOLIDARIETÀ!

Cpa fi-sud
Rete dei Collettivi Fiorentini
Collettivo Politico di Scienze Politiche
Cantiere Sociale Camilo Cienfuegos
Collettivo contro la repressione

14468186_638887172937548_4543849706382235537_o