IL 5 NOVEMBRE SCENDIAMO IN PIAZZA CONTRO IL GOVERNO RENZI E I DIVIETI DELLA QUESTURA!
14787077_363027267381515_1254840236_oSabato 5 novembre si svolegerà alla stazione #Leopolda la consueta kermesse del Partito Democratico, quest’anno tappa importante del penoso tour del capo del governo in cerca di consensi per il referendum costituzionale del 4 Dicembre.

Come studenti e studentesse universitari/e abbiamo deciso di scendere in piazza per contestare il PD ed il governo del Jobs Act e della Buona Scuola. Quello che sta erodendo sempre più i diritti sociali, tagliando i servizi pubblici essenziali come istruzione e sanità e devastando i territori con grandi opere inutili e nocive come l’inceneritore e l’aeroporto di Firenze.

La manifestazione del 5 novembre vuole affermare un FORTE E DECISO NO alla riforma costituzionale, voluta esplicitamente dalle istituzioni finanziarie internazionali, dall’Unione Europea, da Confindustria e, in generale, dai grandi interessi economici. Riforma che, accentrando il potere nelle mani del Governo e limitando i poteri di controllo e indirizzo delle camere, porta inevitabilmente ad un sistema sempre più autoritario incentrato sul mantra della “governabilità”.

Sabato 5 novembre saremo in piazza anche per ribadire un FORTE E DECISO NO ai divieti della questura che, dopo il tentativo di impedire la conferenza stampa di lancio della manifestazione, ha vietato di partire in corteo. Respingiamo al mittente le intimidazioni ed i divieti volti a negare il diritto di manifestare a chi non si arrende allo stato delle cose presenti e scende in piazza per riprendersi i suo diritti.

PER IL NO AL REFERENDUM!
CONTRO I DIVIETI DELLA QUESTURA!
CORTEO NAZIONALE ORE 15:00 PZZA S.MARCO!

Collettivo Politico * Scienze Politiche