colpolEsprimiamo massima solidarietà ai 5 compagni condannati per i fatti dell’8 ottobre 2010, quando a Milano più di dieci mila persone hanno invaso le vie del centro per manifestare contro l’ennesima riforma della scuola e dell’università pubbliche. Ancora una vota siamo di fronte ad una strategia repressiva volta ad isolare i militanti impegnati quotidianamente nelle lotte sociali ed a chiudere ogni spazio residuo di dissenso e conflitto sociale contro le politiche di sfruttamento e precarietà.

Anche a Firenze assistiamo ad una enorme operazione repressiva: la maxi-inchiesta partita dalle proteste studentesche del 2008-2009 contro la riforma Gelmini ed arrivata a coinvolgere tutto il movimento fiorentino, grazie all’utilizzo del reato di associazione a delinquere, con un totale di 86 indagati, che rischiano complessivamente centinaia di anni di carcere.

Oggi la repressione, accanto al suo volto poliziesco immediatamente riconoscibile, si manifesta sempre più sui posti di lavoro, nelle scuole e nelle università (vedi Jobs Act, Buona Scuola e, in futuro, Buona Università), fino a penetrare in profondità mediante lo spauracchio del profugo-terrorista, i richiami alla guerra e l’agibilità politica concessa ai fascisti… Per questo l’arma che abbiamo a disposizione è soprattutto la SOLIDARIETÀ!

Per info:http://www.osservatoriorepressione.info/milano-13-anni-di-carcere-per-cinque-compagni-accusati-di-resistenza-durante-un-corteo-studentesco-del-2010/