Il 17 luglio al Centro Popolare di Via Villamagna, il CPA Fi-sud e il Collettivo Politico di Scienze Politiche organizzano una serata di solidarietà per sostenere le spese legali dei compagni e delle compagne imputati nel Processo che contro il Movimento fiorentino. Un processo che ha visto l’utilizzo per 7 persone del reato di associazione a delinquere e che vede imputati 85 militanti, 35 dei quali già sottoposti a misure cautelari tra arresti in carcere, ai domiciliari e obblighi di firma, per le lotte politiche e sociali svoltesi a Firenze nel 2010. La sentenza dovrebbe arrivare per il mese di dicembre 2015. A rafforzare “l’accusa” si sono unite le cosiddette parti civili: istituzioni cittadine, digossini, poliziotti, banche, fascisti e leghisti (tra cui Barabotti, il candidato di Casapound nelle liste della Lega Nord). Che legalitari e garantisti non vengano a parlarci di questa giustizia come “libera e imparziale”: una giustizia fondamento di questo sistema di sfruttamento, guerra e repressione, appunto, che tende ad assolvere i padroni, gli uomini in divisa, i fascisti (non a caso le parti civili) ma che si fa feroce contro chi non abbassa la testa difronte alle loro imposizioni e prevaricazione.

Non siamo certo stupiti delle conseguenze penali delle nostre lotte ma pensiamo sia fondamentale cercare di allargare la solidarietà nei confronti di chi è colpito dalla repressione e non subirne in silenzio le conseguenze. Per questo invitiamo tutti coloro che si sentono solidali a prendere parte alla serata e a quelle che da settembre costruiremo in attesa e preparazione della sentenza di dicembre.