Nasce il LIBREREMO POINT!

Il progetto LIBREREMO si arricchisce con uno sportello permanente che chiede la partecipazione di tutt*. Sono anni ormai che, all’inizio di ogni semestre, condividiamo i libri di testo universitari del primo anno e diffondiamo scritti “alternativi” per comprendere criticamente la realtà sociale che ci circonda. Da quest’anno vogliamo provare a mettere in piedi un centro

FUORI LA POLIZIA DALL’UNIVERSITÀ! BASTA REPRESSIONE, BASTA MILITARIZZAZIONE!

Sono passati solo pochi giorni dalle misure cautelari per i 9 studenti antifascisti torinesi e ancora si susseguono gravissimi episodi di repressione poliziesca dentro e fuori le università italiane. Le intimidazioni cominciano il 21 marzo all’Università di Torino, dove gli/le student* del Collettivo Universitario Autonomo – Torino, che volevano intervenire all’incontro pubblico in Rettorato sul

AMA LA CULTURA RIPUDIA IL FASCISMO

Domani pomeriggio tutt* a Scienze della Formazione – UniFi Via Laura per riappendere lo storico striscione del Collettivo Nosmet censurato dal presidente della Scuola Gianfranco Bandini. Non accettiamo ‪#‎divieti‬, ‪#‎censura‬ e ‪#‎repressione‬, ‪#‎libertàdidissenso‬ e libertà di lottare contro fascismo, guerra e sfruttamento! —— AMA LA CULTURA RIPUDIA IL FASCISMO Da 6 anni quel pezzo di

16 MARZO: APERICENA + PRESENTAZIONE “TUTTI LIBERI”

Mercoledì 16 Marzo allo Studentato Autogestito PDM (via del Ponte Di Mezzo, 27 -Firenze-) Dalle ore 19.00 APERICENA benefit Studentato Autogestito. Alle ore 21.00 PRESENTAZIONE del dossier “TUTTI LIBERI” DI Cpa Fi-sud, Collettivo Politico Scienze Politiche e Rete dei Collettivi Fiorentini. A seguire DIBATTITO su REPRESSIONE DEI MOVIMENTI POLITICI E SOCIALI. Verso la manifestazione di

CHI SONO I VERI VIOLENTI? Docenti UniFi all’attacco della libertà di espressione…

I docenti di Scienze Politiche dell’Università di Firenze si schierano contro la libertà di espressione‬ all’interno delle aule universitarie: questo è quello che si evince leggendo l’appello di solidarietà al prof. Angelo Panebianco, apparso nei giorni scorsi su alcuni quotidiani. In questo modo i docenti firmatari hanno voluto prendere parte alla violenta campagna mediatica volta

8 MARZO: L’EMANCIPAZIONE DELLA DONNA NON PROFUMA DI MIMOSA

La memoria storica sull’origine della Giornata internazionale delle donne è confusa. Alcuni sostengono che sia stata istituita per ricordare l’incendio del 1908 nella fabbrica “Cotton” di New York nel quale morirono 129 operaie. Altri rimandano la sua origine alla Conferenza internazionale delle donne socialiste del 1907 e alla loro lotta per il suffragio femminile, che